Un po’ della nostra storia

I l Circolo di Legambiente di Novara e quello di Galliate “Sette Fontane” sono attivi dagli anni ‘80.
In questo lungo periodo abbiamo partecipato a molte delle campagne nazionali di Legambiente e abbiamo seguito e siamo intervenuti sulle questioni ambientali del nostro territorio, con azioni specifiche, partecipazioni ad attività, articoli su giornali, convegni e dibattiti. Se volete “un po’ di storia” potete leggervi quanto scritto nelle pagine dedicate a “Legambiente Novara, il vecchio sito”.
A titolo di esempio si possono citare alcune tematiche su cui siamo intervenuti: la salute del fiume Ticino (inquinamento, deflusso minimo vitale, ecc.) a più riprese anche con appositi convegni; l’inquinamento atmosferico con le campagne di Mal’aria; i temi legati allo sfruttamento del giacimento di idrocarburi della nostra zona (pozzi Agip) e la partecipazione attiva presso i comuni coinvolti nell’esplosione del pozzo di estrazione TR24 a Trecate nel 1994; il progetto “Chernobyl” di accoglienza di bambini colpiti dalle radiazioni dal 1995 al 2006, le iniziative sulla gestione dei rifiuti e più recentemente sull’efficienza energetica e molte altre.
Negli ultimi anni i due circoli hanno svolto la loro attività sempre più a stretto contatto, soprattutto con i campi di volontariato internazionale, il progetto didattico “Comincio da me”, che di anno in anno affronta e approfondisce un tema ambientale (acqua, territorio, energia, sprechi alimentari, ecc.) e molte altre iniziative comuni.

La nascita del Circolo “IL PIOPPO”

Il 7 febbraio 2018 si sono tenute l’assemblea dei circoli di Novara e Galliate “Sette fontane”, che hanno deciso di unirsi per meglio sviluppare la loro attività e rispondere così anche all’esigenza di occuparsi di tutto il territorio della bassa provincia di Novara.
D’altronde i temi ambientali non hanno confini e vanno affrontati non solo a livello comunale ma più ampio.
Per questi motivi nasce il circolo “IL PIOPPO” Ovest Ticino e Novarese.
L’unificazione è anche un modo per riunire i soci, rinnovare le adesioni e l’impegno a essere sempre presenti sul territorio per occuparsi delle questioni ambientali. Non è retorica:  siamo veramente convinti che sia questo il momento per mettersi in gioco e cambiare radicalmente i nostri comportamenti se non vogliamo un futuro sempre più critico e incerto per i nostri figli e nipoti!